Seleziona una pagina

Il digitale rappresenta una risorsa preziosa per la promozione di qualsiasi azienda, ma soprattutto per le strutture ricettive in ambito extra alberghiero.

Fino a poco tempo fa le modalità di promozione di un prodotto o servizio turistico erano molto ridotte e, da un punto di vista economico, improponibili per piccoli imprenditori. Però, il digitale ha portato con sé una vera e propria rivoluzione mettendo a disposizione di tutti, strumenti potenzialmente in grado di permettere a chiunque di sviluppare una strategia di marketing estremamente efficace e vincente per la propria attività a un costo abbastanza accessibile.

Libro e storytelling

Ogni struttura ha la sua storia e utilizzare gli strumenti di digital marketing per raccontarla è una opportunità in più per attirare l’attenzione di clienti potenziali e raggiungere i propri obbiettivi commerciali. E siccome i mezzi per raccontarsi online non mancano, è importante pensare allo storytelling, l’arte di raccontare storie per attirare l’attenzione del proprio target e costruire una community attorno alla propria attività, compito non sempre facile, soprattutto se parliamo di extra alberghiero, dove spesso è il proprietario a occuparsi in prima persona della comunicazione della struttura.

Attirare l’attenzione del proprio target significa conoscere bene le esigenze dei propri clienti ideali e creare contenuti, sia in formato testo, sia immagini, sia video che corrispondano alle loro esigenze e mettere questi contenuti a loro disposizione online.

Vediamo insieme, allora, come le piccole attività turistiche possono beneficiare del digitale per promuovere il proprio business e gli strumenti disponibili per farlo.

 1.Realizzare il Sito web della struttura

Molte strutture nell’extra alberghiero e nella home sharing non hanno un proprio indirizzo sul web. Valutare la possibilità di costruire la propria vetrina online è un ottimo modo per differenziarsi dalla concorrenza, avere il totale controllo del proprio contenuto e ridurre i costi con la gestione delle piattaforme terze di promozione e prenotazione online. Avere un sito web di proprietà permette alla struttura di compiere una serie di azioni di monitoraggio dell’attività dei propri clienti e capire il loro comportamento per sviluppare una proposta turistica e una strategia di marketing più in linea con le loro esigenze.

2.Il Blog come strumento di promozione

 

Blog

Il blog, che naturalmente può essere una sezione del proprio sito web, è una opportunità per gli appassionati della scrittura di proporre ai propri visitatori una sorta di assaggio virtuale dell’esperienza fisica di soggiorno sulla struttura. È un potente strumento di marketing per arrivare al proprio pubblico attraverso una comunicazione più informale e amichevole. È un canale utile per inserire contenuti con lo scopo di approfondire informazioni sulla destinazione, sui propri servizi e chiarire i principali dubbi degli ospiti. Per mezzo dei post è possibile raccontare le particolarità del territorio come la storia, la cultura, la gastronomia e le tradizioni.

Nell’era del turismo dell’esperienza questi racconti aiutano a stimolare la curiosità e l’interesse di clienti potenziali e mantengono viva la voglia di viaggiare. In ogni caso, leggere o ascoltare una storia interessante piace a tutti, soprattutto se scritta in modo coinvolgente e illustrata con immagini accattivanti. Perciò, il fotoracconto è un ottimo modo per invogliare i potenziali clienti a conoscere ed esplorare la propria struttura e il contesto in cui è inserita. Se si tratta di una storia originale o se la struttura custodisce una tradizione che rischia di scomparire, a maggior ragione, merita di essere raccontata e sarebbe un peccato non farlo.

3.Il social network per avvicinarsi al proprio target

 

I social media esistono per favorire la connessione e generare engagement, ossia, interazione tra followers e un determinato personaggio, argomento, attività o marchio. Ecco perché utilizzarli come strumenti di marketing è un eccellente modo per aumentare la awareness, la consapevolezza del marchio, rimanere nella memoria dei propri clienti ed essere ricordati da loro.

Sui social è possibili utilizzare immagini, testo e video per farsi trovare online e comunicare, anche in questo caso, attraverso un linguaggio molto più amichevole e informale (ma pur sempre professionale) di quello istituzionale utilizzato sul sito web ad esempio.

Una struttura ricettiva può non avere alcun profilo sui social media, nonostante ciò è possibile che una conversazione intorno a sé esista comunque. Come è possibile? Attraverso i post dei propri ospiti che condividono le loro esperienze sui loro social. Allora, prenderne parte a questa conversazione è utile a promuovere la propria attività in modo gratuito.

Condividere il contenuto (immagini e video) realizzato dai propri ospiti durante il loro soggiorno sulla struttura, è un’idea valida per generare attività sui propri profili social e tenerli aggiornati. Sicuramente è un modo molto interessante per attirare nuovi clienti per mezzo del racconto originale e unico degli ospiti soddisfatti. È un messaggio più credibile e in questo modo è possibile raggiungere un numero illimitato di potenziali ospiti in un tempo molto breve e senza spendere un solo euro.

Ecco un esempio di come riproporre sui social le immagini degli ospiti per raccontare la propria storia. Senza dubbio un fotoracconto accattivante e coinvolgente favorisce l’interazione e il coinvolgimento emotivo con il proprio target. La fotografia è un eccellente strumento per inspirare ed emozionare, perciò è decisiva nel compito d’invogliare le persone a scegliere una determinata struttura piuttosto che un’altra per il loro prossimo viaggio.

4. I Video per catturare i mantenere l’attenzione

 

 

I video rappresentano, senza dubbio, una forma di comunicazione dinamica e immediata proprio perché catturano subito l’attenzione e stimolano la curiosità dell’ospite intento a scoprire di più. Pubblicare i propri video su un canale youtube, ad esempio, è attualmente una delle migliori strategie per aumentare la awareness, giacché questa piattaforma è seguita da almeno 2 miliardi di persone in tutto il mondo e, anche se si tratta di una piattaforma di video, è considerata il secondo motore di ricerca più utilizzato al mondo.

La verità è che dedicare tempo e avere costanza per realizzare video per la promozione della propria attività online, in alcuni casi, potrebbe essere un compito abbastanza impegnativo, ma varrebbe assolutamente la pena se considerati i numeri di youtube e il potenziale di audience che ha questa piattaforma.

5.Gli annunci per arrivare più lontano

Raggiungere il proprio pubblico in modo organico (senza dover pagare per questo) è perfettamente possibile, però è chiaro che se si vuole velocizzare il processo di ottenimento di risultati concreti in tempi più brevi possibili, bisogna investire in annunci. Però, se non si è in possesso di un budget illimitato è possibile comunque promuovere la propria attività online con strumenti come Google ads, Facebook ads e Instagram ads, partendo da una soma ragionevole e ottenere risultati soddisfacenti nel breve termine. Naturalmente il semplice fatto di creare un annuncio e pubblicare su Internet non garantisce alcun risultato immediato. Intanto permette all’azienda di raggiungere un pubblico molto più ampio, di catturate l’attenzione dei clienti potenziali e portate traffico sul proprio sito.

Tra l’altro se consideriamo che la percentuale di conversione sugli annunci gira intorno ai 10%, ossia, su 400 visite esiste la probabilità di ottenere 40 prenotazioni, senz’altro è una pratica che porta eccellenti risultati.

Comunque sia, diceva Bill Gates “Content is King”, perciò realizzare contenuti pertinenti con frequenza è un modo per attirare un seguito in maniera organica, ossia, senza per forza investire un budget spropositato in campagne pubblicitarie nei tradizionali mezzi di comunicazione, soprattutto in periodi in cui le risorse non abbondano.

Per fare tutto questo non serve una complessa struttura tecnologica, sarebbe opportuno affidarsi alla professionalità di collaboratori esperti, ma nel caso non sia possibile è importante dedicare un minimo di tempo per imparare a pianificare e gestire al meglio una buona strategia di content creation. Perciò, è fondamentale reinventarsi, sviluppare nuove competenze professionali utili al raggiungimento dei propri scopi commerciali come per esempio avere delle conoscenze, anche se minime, in marketing digitale, SEO, fotografia e storytelling. Quale momento migliore per farlo se no questo in cui viviamo grandi cambiamenti dovuti alla trasformazione digitale?

Buon lavoro!

Al prossimo articolo.