Seleziona una pagina

clothes hanging on rail in white wardrobe with boxes

 

Mantenere un ambiente organizzato, sia domestico, sia lavorativo è fondamentale per migliorare il nostro livello di benessere e aumentare la nostra produttività. A nessuno piace vivere in un luogo disordinato e caotico, ai nostri clienti e ospiti nemmeno. Per questo motivo in questo post parliamo di ORDINE.

Ci sono tanti modi per fare ordine, è una cosa molto personale, ma in generale abbastanza semplice. Ci vuole oleo di gomito è vero, ma non solo, a volte ci vuole tecnica e alcuni semplici trucchetti. Molte soluzioni potrebbero non soddisfarti dal punto di vista estetico, ma la praticità e la funzionalità sono sempre priorità rispetto al aspetto estetico. Non dimentichiamo che il design, per quanto essenziale per migliorare un ambiente dal punto di vista visivo e della qualità della vita, non dovrebbe essere fine a se stesso.


Quindi facciamo due chiacchiere su come riordinare una stanza in modo semplice e veloce.

Analizza bene il problema

Prima di tutto fermati un attimo, fai un giro intorno alla stanza e con calma analizza bene il problema. Non essere troppo critica e non avere pregiudizi, soltanto svuota la mente e osserva. L’obbiettivo è trovare una soluzione al problema, non un colpevole. Questo, senza dubbio, è un approccio costruttivo.

 

Pianifica ogni azione

 

Prendi carta e penna e inizia a pianificare bene ogni azione da intraprendere per riordinare la stanza. Usa la tua immaginazione. Ridisegna la stanza, riposiziona gli arredi, cerca di capire cosa c’è da sistemare e prendi appunti.

Fai un check list

Una volta fatto questo, fai un check list con tutto quello che ti servirà per riordinare la stanza dagli accessori alle attività da fare, partendo da quello che è priorità fino a descrivere le azioni meno prioritarie, ma non per questo meno importanti.

 

Fai prima a svuotare tutto

A questo punto, se proprio desideri riordinare in maniera efficiente, non stare li a perdere tempo nel sistemare le cose dentro la stanza. Ti consiglio di prendere una azione drastica, ossia, di svuotare la stanza completamente. Sarà come dipingere su una tela bianca. Questo esercizio ti aiuterà a fare chiarezza e a pulire a fondo. Magari non ti ricordi neanche più di quanto spazio hai a disposizione.

 

È arrivato il momento della categorizzazione

 

Ok, ti sembrerà soltanto di averne svuotato una stanza e riempito un’altra, ma abbi fiduccia, funzionerà.  A questo punto probabilmente, avrai un’altra stanza piena e un mucchio di cose di cui non sai ancora minimamente cosa farci. Non c’è da disperarsi, fai una selezione dettagliata degli oggetti per categoria e disponi gli oggetti della stessa categoria nello stesso posto per facilitare l’identificazione e il riordino.  

 

Procedi pure con il decluttering

 

Adesso che hai fatto la categorizzazione, procedi pure con il famoso decluttering ed elimina il superfluo. È un momento delicato, bisogna agire con decisione e riportare nella stanza solo le cose essenziali o veramente utili. Ricordati il consiglio del grande Mies van der Rohe: “less is more”. Cerca di dare un senso o una funzione a ogni oggetto, ogni uno di loro ti deve convincere che merita essere riportato di nuovo nella stanza.

 

Trova un posto per ogni cosa

 

Fantastico! Ti sei liberata dal superfluo. Adesso che hai eliminato tutto quello che non ti serviva più, riporta dentro la stanza solo le cose che hanno il suo perché, trova un posto per ogni cosa e rimette ogni cosa al suo posto perché è arrivato il momento di riordinare.

 

È arrivato il momento di riordinare

 

Usa gli arredi, accessori e colori per organizzare in maniera pratica e funzionale a seconda della frequenza di utilizzo e in modo da trovare facilmente nel momento del bisogno ciò che ti serve. Semplifica la tua vita. Niente eccessi, evita la tentazione di accumulare oggetti, mobili  e suppellettili che renderebbero il riordino più difficoltoso.

 

Delega alcune attività se necessario 

 

Fatti aiutare se il lavoro ti sembra troppo impegnativo. Comunque concentrati soltanto sul risultato che vuoi ottenere.

Ti garantisco che, appena avrai finito quel ambiente sarà molto più equilibrato e piacevole.

 

Mantiene l’ordine 

 

Ok, ci siamo. Hai faticato parecchio per arrivare a questo livello. Adesso non ti resta che mantenere l’ordine che hai appena conquistato. Creati delle abitudini, sistemi di riordino periodici, elimina il superfluo ogni tanto e imponiti dei limiti e scadenze per riordinare.

E per non perdere mai il controllo della situazione scrivi nella porta del frigo la regola d’oro del professional organizing: “per ogni cosa che entra, una deve uscire”.

Così casa tua sarà più salutare e piacevole, perché avrà la giusta quantità di oggetti e in questo modo gestirla e mantenere l’ordine diventerà un compito da svolgere in modo molto più semplice e veloce.

Adesso tocca a te.

Grazie per la compagnia.

Buon riordino e al prossimo articolo!