Seleziona una pagina

Quando parliamo de restyling veloce d’ispirazione marittima, che colore ti viene subito in mente?

Hai pensato al blu vero? Ho azzeccato, giusto? Ecco.

Lo so, se pensiamo al mare pensiamo subito al blu, ma anche al verde smeraldo. Sono i primi colori che ci vengono in mente. Però se, in un contesto marittimo, osserviamo un po’ più attentamente attorno possiamo notare che ci sono tantissimi altri colori suggeriti della natura, a seconda della zona geografica in cui ci troviamo. E spesso gli stimoli sono molto vari.

Possiamo spirarci dalla sabbia, dalla vegetazione, dalla luce del sole e delle sue svariate sfumature nelle diverse fasce orarie e così via. L’importante è non dare nulla per scontato.

Comunque sia, quando lasciamo spazio alla nostra fantasia cambiare il look di un ambiente può essere molto più semplice di quello che possiamo immaginare e diventa facile tirare fuori la poesia nascosta dietro a qualsiasi ambiente.

Lo vediamo insieme in questo piccolo intervento di relooking.

In un restyling extra alberghiero la prima cosa che andremo a fare è osservare l’ambiente sotto la prospettiva del potenziale cliente. Bisogna analizzare o ipotizzare il profilo del target.

Allora facciamo un attimo questo esercizio insieme?

 

 

Osservare l’ambiente e analizzare il profilo del target

 

Che cosa abbiamo? Una luminosa camera in mansarda, localizzata al primo piano, nella zona notte. L’idea è trasformarla in una stanza minimal, per facilitare il riordino e la pulizia, ma fresca, accogliente e funzionale senza dover, per questo, realizzare grandi interventi progettuali di ristrutturazione.

 

 

Osserviamo per qualche secondo l’ambiente e lo immaginiamo come se dovesse ospitare una persona con le seguenti caratteristiche: uomo, single, sulla faccia dei 40, dotato di sensibilità artistiche, che potrebbe essere anche una persona minimalista, molto organizzata, gentile,  discreta, disponibile, che ama preparare la pizza e ricevere gli amici a casa. Una persona a cui le origini riportano a un lontano e bellissimo luogo di mare dove il tempo sembra essersi fermato e la vita scorrere lenta e spensieratamente.

Ecco da dove nasce, senza troppe pretese, l’idea di sviluppare un progetto che richiamasse il litorale, luoghi solari, di colori tenui e rilassanti.

Il prossimo passo è sviluppare la moodboard.

Realizzare la Moodboard

 

Partiamo con due suggerimenti di progetti. Uno in cui vengono contemplati i toni tradizionali di azzurro, più spesso scelto per rappresentare progetti in chiave marittime.

In un secondo progetto, che poi è stato scelto, dove predomina una palette colori nei toni tenui di grigio, beige, sabbia tortora e marroni che si adeguano meglio al colore esistente e predominante degli arredi: l’albicocca.

In pratica come procediamo?

 

Dopo aver svuotato la stanza di alcuni oggetti non in linea con il cambiamento proposto, iniziamo l’allestimento inserendo ogni componente come predefinito da progetto.
Il miglior consiglio che posso dare è scegliere delle soluzioni semplici e pratiche per caratterizzare l’ambiente attraverso biancheria da letto chiara, leggera e morbida.

 

 

Per richiamare il tema scelto e rafforzare l’idea di comodità e accoglienza inseriamo dei cuscini con le scritte e colori d’ispirazione marittima, piccoli dettagli e accessori d’arredo come le fibre naturali della lampada da terra, la corda del vaso dei fiori e il tappetto a pelo lungo beige per dare più calore alla stanza e ricordare la sabbia di alcune spiagge nel litorale italiano e nel mondo. 

 

 

 

Vogliamo dare un tocco verde e di vita all’ambiente? Inseriamo un piccolo vaso di fiori preferibilmente naturali e fresche.

Cosa né pensi del tocco finale dato dalla “lanterna controvento”?  Anche conosciuta come “lanterna antitempesta”, così denominata ai tempi dalla sua capacità di restare accesa con una fiamma costante in presenza di forti venti.

 

 

Un piccolo e poetico particolare della stanza sono assolutamente i libri e gli uccellini che svolazzano liberamente sul muro fatti a posta per impreziosire il progetto. 

 

 

Ecco come cambiare il volto di una stanza in poche mosse, in buona compagnia, tra spensierate chiacchiere e risate.

 

 

 

Allora, cosa ne pensi di questo piccolo angolo studio/stanza degli ospiti? Lo sceglieresti per un breve soggiorno?

É stato trasformato in un e accogliente e armonioso ambiente per i momenti dedicati al relax e allo studio.

Se ti è venuta la voglia di prolungare l’estate, non pensarci troppo prima di potare i ricordi di mare nella tua stanza.

Trasformala subito.

Buon restyling e al prossimo articolo!